Cascina Basmetto

Proseguono i sopralluoghi della commissione urbanistica nel sistema agricolo milanese e nelle sue cascine. Ancora a sud, presso la Cascina Basmetto (in parte del Parco delle risaie, all’interno del Parco Agricolo Sud) una delle storiche cascine della Milano rurale di un tempo.


Il Comune l’ha acquisita nel 1942 e dal 1958 è gestita dalla famiglia Papetti. Le prime notizie documentate sulla cascina Basmetto risalgono al 1400, epoca in cui apparteneva al monastero di San Barnaba in Gratosoglio.

Attività principale: coltivazione e produzione riso carnaroli (che poi viene commercializzato dal DAM).
Durata del contratto di affitto: 15 anni anziché 30.
Perché?

Su questa storica cascina, da anni grava l’ipotesi di edificazione di un progetto della cooperativa CMB (435 appartamenti), legato a precedenti PGT. L’assessore De Cesaris si era impegnata a cercare un’area alternativa, riuscendo a spostare i diritti edificatori di uno dei comparti in un’area comunale adiacente, sconfinando però sulla risaia.

Un punto di raccordo tra città e campagna, tra città e sistema agricolo (cultura e tradizione, attività economica, sistema delle acque, sistema faunistico).

Serve intervenire, per azzerare o per ridimensionare drasticamente l’intervento edilizio.

Ci lavoreremo, in modo convinto, nel nuovo PGT per non lasciare immutate le cose.
Milano, una città per cambiare.
Anita Pirovano, David Gentili, Paolo Limonta, Emmanuel Conte, Natascia Tosoni